boocoo

Ascenseur pour l’échafaud

In Cinema on novembre 28, 2008 at 10:20 pm

Jeanne Moreau e Miles Davis

 

 

Jeanne Moreau e Miles Davis

 

 

L’opera prima di un ventiquattrenne Louis Malle è il suo unico e riuscito tentativo di accostarsi all’esercizio di genre. Più interessato alla esecuzione che al processo narrativo.

Il soggetto è lineare, quasi banale nella sua naturale conclusione, ma le sequenze notturne fotografate da Henri Decaë, che ritraggono una Jeanne Moreau finalmente attrice traboccante, notturna sensualissima e audace sono forse l’elemento migliore del film.

Miles Davis ai suoi primi vagiti di Jazz modale, regala una colonna sonora che è espressione perfetta di una Parigi perfetta: notturna, modernissima, struggente.

Un Louis Malle eccezionalmente pronto, un pò Robert Bresson, un pò Hitchcock, con quel pizzico di Nouvelle Vague che si preparava a sbocciare.

Annunci
  1. senza dimenticare Maurice Ronet, poi protagonista de “le Feu Follet” forse il miglior Malle dei ’60

  2. Forse il miglior Malle degli anni ’60, ma in “le Feu Follet” di sicuro ho visto il miglior Ronet di sempre. Si dice che Malle gli chiedesse di indossare i propri (di Malle) vestiti. Praticamente un’osmosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: